logo
Metallurgia del ferro
Home page
 
 
arrow Ciclo di lavorazione
Semilavorati | Laminati piatti | Laminati lunghi | Tubi laminati non saldati | Colata e laminazione integrata
Ciclo di lavorazione > Laminazione a caldo
Laminazione a caldo

La laminazione a caldo è il processo più efficiente di formazione primaria usato per la fabbricazione in serie dell'acciaio.

Gli effetti principali di laminazione a caldo sono l'eliminazione dei difetti e l'ottenimento della struttura del lingotto del getto di forma e dimensioni richieste e qualità della superficie.

Il parametro principale che determina la capacità di un processo di laminazione di eliminare i difetti della struttura del getto, è denominato il rapporto di laminazione. È calcolato come il rapporto delle sezioni trasversali delle azione iniziali e dei prodotti finiti. Il valore del rapporto di laminazione richiesto per ottenere la struttura d'acciaio di buona qualità dipende dal tipo d'acciaio, per esempio è circa 2 per gli acciai per costruzioni edili ma può essere alto 12 per gli acciai da utensili.

La prima operazione del processo di laminazione a caldo è il riscaldamento del prodotto alla temperatura adeguata di deformazione. Durante il riscaldamento, sulla superficie, si forma un sottile strato di ossido che deve essere rimosso sistematicamente. La disincrostatura può essere effettuata meccanicamente (frantumandola durante il funzionamento di formazione caldo) o spruzzando con acqua ad alta pressione.

Treno di laminazione a caldoIl prodotto (bramma o billetta) viene fatto passare fra due cilindri (ogni coppia di cilindri prende il nome di gabbia); la successione di gabbie si chiama treno di laminazione. I treni finitori utilizzati nei processi di laminazione a caldo sono costituiti da una serie di gabbie (di solito sei o sette), in cui la lamiera passa da uno spessore iniziale di circa 20-30 mm ad uno finale di circa 1-2 mm. La lavorazione avviene contemporaneamente in tutte le gabbie, che operano in sequenza una rispetto all’altra.
Il processo di laminazione a caldo è molto complesso e dipende da parametri di determinazione difficoltosa e che non possono essere controllati completamente. Per migliorare la qualità del prodotto finito (in termini di tolleranze dimensionali, resistenza meccanica, finitura superficiale, ecc.), l’impianto è dotato di sistemi di controllo ed automazione.

Gabbie di laminazioneNegli impianti di laminazione a caldo sono presenti, in particolare, i seguenti sistemi di automazione:
sistema di controllo dello spessore, sistema di controllo della larghezza del nastro, sistema di controllo della velocità angolare dei cilindri di laminazione, sistema di controllo della tensione che si origina nella lamiera nella zona compresa tra due gabbie di laminazione consecutive.

La laminazione a caldo contiene le tecnologie di fabbricazione per sia per i semilavorati che i per i prodotti finiti. La laminazione a caldo produce i seguenti gruppi di prodotti:

  • laminati piatti
  • laminati lunghi
  • tubi laminati non saldati
  • prodotti speciali, quali ruote, anelli, barre profilate, ecc.